Minoranze linguistiche, Regione Veneto: 63 mila euro per ladini e cimbri

La Regione Veneto ha annunciato in una nota lo stanziamento di 63 mila euro per la tutela dell’identità e del patrimonio delle minoranze linguistiche ladine e cimbre sotto forma di «progetti culturali presentati dalle Unioni culturali dei ladini delle Dolomiti e dalle associazioni culturali dei cimbri dell’Altopiano di Asiago, del Cansiglio e della Lessinia. Il contributo, previsto dalla legge regionale 73 del 1994 dedicata alle minoranze storiche del Veneto – spiega la nota della Regione – aiuta le “isole” linguistiche a conservare identità, cultura, patrimonio linguistico e storico, costumi e tradizioni. E’ un piccolo investimento a difesa delle peculiarità culturali di comunità che hanno saputo conservare intatte le loro radici e a tramandare la propria lingua e quindi ad arricchire il grande patrimonio storico, etnico e culturale della nostra regione».

«Quest’anno al contributo regionale si aggiungeranno anche le iniziative e le risorse del progetto transnazionale italo-sloveno “Primis” dedicato a valorizzare le minoranze linguistiche dell’Alto Adriatico: un progetto che porterà in dote 2,8 milioni di euro per promuovere la conservazione e la conoscenza del patrimonio culturale di ladini e cimbri, nonché – conclude la nota – delle comunità friulane del Portogruarese e delle minoranze linguistiche in Friuli e nelle contee istriane». (t.d.b.)

(ph: Mattia Saragoni – Shutterstock)