Troppi assalti in Veneto, Poste Italiane pensa a chiusura postamat

Addio al prelievo nei Postamat dopo la chiusura dell’ufficio postale? Sarebbe questa la drastica via che vorrebbe intraprendere Poste Italiane in Veneto a causa del numero sempre maggiore di assalti agli erogatori automatici. Una ipotesi che sta facendo discutere molti, tra cui l’europarlamentare di Fratelli d’Italia Remo Sernagiotto. «Chiudere i postamat nelle ore notturne come risposta alla criminalità è la sconfitta dello Stato. Il Governo non lo può permettere. Investa maggiormente in sicurezza, videosorveglianza, forze dell’ordine».

L’europarlamentare ammette che «c’è stata una escalation di assalti, dal Trevigiano a Porto Viro, passando per Padova e Venezia» ma «la reazione, in uno Stato civile dove c’è ordine, non può e non deve essere questa. Lo Stato non si deve arrendere e deve far sentire la propria presenza. Poste italiane, attraverso la partecipazione di Cassa Depositi e Prestiti, è ancora una società in buona parte pubblica. Il segnale che si dà al territorio è pessimo, di abbandono e incuranza».

(ph: imagoeconomica)