BpVi, processo rimane a Vicenza

Il processo BpVi non sarà trasferito a Roma. Lo ha deciso ieri il tribunale collegiale, presieduto dal giudice Lorenzo Miazzi, al termine dell’udienza svoltasi nell’aula bunker di Mestre, respingendo tutte le eccezioni presentate dalle difese degli imputati.

Gli accusati del default della Popolare di Vicenza sono 5 ex vertici, compreso lo stesso istituto di credito per responsabilità amministrativa. Gli imputati sono tutti accusati dei reati di aggiotaggio, ostacolo agli organi di vigilanza e falso in prospetto.

Fonte: il Mattino