Italia-Corea 17 anni dopo: Trap contro Moreno: «carcere non è servito»

A 17 anni di distanza, ancora si discute sulla partita Italia – Corea del Sud che ha segnato la fine del sogno mondiale azzurro nel 2002. L’arbitro Byron Moreno è tornato sull’arbitraggio della partita, difendendo la scelta sul mancato rigore assegnato a Totti. A stretto giro è arrivata la replica dell’ex ct Giovanni Trapattoni, che ha risposto alle accuse personali lanciate dal direttore di gara ecuadoregno. «Essere chiamato codardo mi mancava! Io invece lo reputo molto coraggioso (o folle) per essere tornato a difendere quell’arbitraggio. Caro Byron, la prigione e gli anni non sembrano averti trasmesso un minimo di umiltà», scrive il Trap su Twitter. Un tweet pungente che fa riferimento all’arresto di Moreno nel 2010 a New York, dopo essere stato trovato in possesso di 6 chili di droga. (r.a.)

(Ph. Imagoeconomica)

Tags: