Pfas, Provincia Vicenza: «ecco i responsabili: dalla Miteni alla Rimar»

La Provincia di Vicenza ha inviato una diffida alla Miteni di Trissino e altri 15 legali rappresentanti e responsabili ambientali di società legate alle aziende che avrebbero determinato l’inquinamento da Pfas, come l’ex Rimar. Come riporta Cristina Giacomuzzo sul Giornale di Vicenza di oggi, la Provincia nella diffida intima i soggetti a «proseguire con le attività di bonifica e a garantire la continuità delle azioni intraprese». La decisione è stata pesa dopo aver analizzato le prove raccolte dai carabinieri del Noe di Treviso.

Nello specifico, oltre a Miteni, la diffida è arrivata a Ici International Chemical Investors (Ici), Italia 3 Holding,  Se, Italia Holding srl, Mitsubishi Corporation. L’elemento di maggior rilievo è che la provincia obbliga le multinazionali interessate alla zona ad eseguire la bonifica, non relegandola alla sola Miteni, e Ici a proseguire i lavori per la barriera idraulica. (t.d.b.)