Sesso in cambio di finti esorcismi: 3 arresti

Sono gravi le accuse rivolte a tre finti esorcisti della provincia di Palermo e il quadro ricostruito dagli inquirenti è molto inquietante. Gli indagati, tra cui una donna, avrebbero abusato di ragazze e ragazzi, anche minorenni, approfittando della loro condizione di inferiorità psichica. Il disagio sociale e psicologico delle vittime veniva sfruttato per ottenere prestazioni sessuali e soldi, fingendo di poter «parlare con i morti, scagliare anatemi ed esercitare poteri oscuri».

«Attraverso tali dissimulazioni artificiose, – aggiungono i carabinieri –  l’indagato riusciva a sfruttare lo stato di prostrazione psicologica in cui riduceva le proprie vittime per incidere sulla capacità di resistenza alle sue richieste sessuali o economiche (soddisfatte anche attraverso la corresponsione di regalie anche di modestissimo valore) ed indurle, in alcuni casi, ad avere rapporti sessuali contro la loro volontà». Tra gli indagati, come detto, una donna,  destinataria della misura cautelare dell’arresto in carcere, accusata di  corruzione di minore nei confronti di un  ragazzo di età inferiore ai 14 anni e di  induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, attraverso l’individuazione di giovani ragazze da avviare all’attività di prostituzione. (t.d.b.)

(Fonte: Adnkronos)

(ph: Shutterstock)

Tags: