Venezia, migrante non ha requisiti. Giudice: «è integrato, resta qui»

Non ha i requisiti per ottenere lo status di rifugiato ma un giovane del Mali rimarrà comunque in Italia. Lo ha deciso il tribunale di Venezia spiegando che il ragazzo si è integrato bene e il rimpatrio arrecherebbe un «danno sproporzionato alla sua vita privata».

In particolare, il giudice ha sottolineato che nonostante non sia «oggetto di persecuzione per razza, religione o appartenenza a un determinato gruppo sociale» e che non esiste «un danno grave in caso di rientro in Mali» il ragazzo «ha dato prova di una perfetta padronanza della lingua italiana e per ciò stesso di una seria capacità d’inserimento». Infine «ha dimostrato di essere occupato a tempo pieno in molteplici attività lavorative, dalla vigilanza al lavoro in ristorazione e in agricoltura, di aver frequentato e concluso la scuola secondaria, oltre allo svolgimento di volontariato e di essere in procinto di acquisire la patente». (a.mat.)

Fonte: Repubblica

(ph: shutterstock)