WhatsApp, attacco hacker: volevano rubare dati sensibili

È stato confermato in una nota aziendale quanto anticipato dal Financial Times, cioè l’attacco hacker subito da WhatsApp, piattaforma di messaggistica di proprietà di Facebook. Nel mirino un «numero selezionato» di utenti
ad opera di un «cyberattore avanzato» che utilizzava tecnologia israeliana e intendeva rubare dati sensibili. WhatsApp ha 1,5 miliardi di utenti nel mondo e li ha invitati tutti ad aggiornare l’app a scopo precauzionale. La sicurezza interna all’azienda ha individuato la falla all’inizio del mese di maggio, provvedendo poi ad avvertire i gruppi per i diritti umani, le società di sicurezza e il dipartimento di giustizia.

«L’attacco ha tutti i tratti distintivi di una società privata – ha spiegato WhatsApp – che collabora con i governi per fornire spyware che riprende le funzioni dei sistemi operativi di telefonia mobile». (t.d.b.)

(ph. Shutterstock)

Tags: ,