Cagliari, M5S ritira candidato sindaco: «no a idee medievali di Verona»

Fa discutere la decisione del Movimento 5 Stelle di ritirare il simbolo al candidato sindaco di Cagliari Alessandro Murenu per alcune sue presunte dichiarazioni sull’aborto e le unioni civili, definite «medievali» come quelle espresse al congresso famiglie di Verona. «Ci sono valori che fanno parte del dna del MoVimento, come l’idea di una donna che ha diritti e doveri identici a quelli dell’uomo – spiega il Movimento in una nota -. Nel lavoro, in famiglia, in amore. Ribadiamo che siamo lontani anni luce dalle posizioni espresse al congresso di Verona e oggi torniamo sull’argomento per prendere le distanze da quanto affermato dal candidato a sindaco di Cagliari Alessandro Murenu». Le frasi contro l’aborto sono state postate su Facebook da Murenu, che poi ha cancellato la sua presenza sul social.

«Ci vuole rispetto per la donna, ma soprattutto coerenza. Chi vuole associare rivendicazioni come quelle espresse a Verona contro la donna al simbolo del MoVimento, si sbaglia di grosso ed è fuori dal nostro progetto – prosegue la nota -. La lista non era stata ancora depositata. Al candidato sindaco è stata revocata la certificazione e inibito l’uso del simbolo. Non ci saranno candidati sindaci a Cagliari». (t.d.b.)

(Fonte: Adnkronos)