Salvini day a Milano: «veri estremisti a Bruxelles, no a Eurabia»

Oggi a Milano c’è stato il cosiddetto raduno dei sovranisti organizzato dal leader della Lega Matteo Salvini. L’ultima grande cavalcata elettorale prima del voto per il rinnovo del parlamento di Strasburgo di domenica prossima. Ovviamente dal palco di piazza Duomo ha tenuto banco il tema dei migranti, anche alla luce del recente caso Sea Watch 3. «Se arriviamo primi, in Europa non entra più nessuno» ha detto Salvini. Come nel 2018, episodio che fu poi di buon auspicio, il leader del Carroccio ha parlato con un rosario in mano: «Maria ci porterà alla vittoria».

«Oggi in piazza non ci sono fascisti o estremisti di destra – ha aggiunto il ministro dell’Interno – ma persone di buon senso. I veri estremisti sono quelli che hanno governato l’Unione Europea negli ultimi 20 anni. Non possiamo aprire le porte all’Eurabia di cui parlava Oriana Fallaci» ha aggiunto. Poi ha citato due papi e un cardinale, Giovanni Paolo II, il cardinale Sarah e l’attuale pontefice Francesco. In quest’ultimo caso sono partiti dei fischi. «Sua Santità, papa Francesco, oggi ha detto “meno morti nel Mediterraneo” – ha detto Salvini – , la politica di questo
governo sta azzerando i morti nel Mediterraneo con orgoglio e carità cristiana». (t.d.b.)

(ph. Imagoeconomica)