Comboniani contro Salvini: «strategia fascista»

«Noi Missionari Comboniani in Italia siamo schierati. Ci indigna profondamente l’utilizzo strumentale del rosario che è segno della tenerezza di Dio, macchiato dal sangue dei migranti che ancora muoiono nel Mediterraneo: 60 la settimana scorsa, nel silenzio dell’indifferenza dei caini del mondo». È quanto si legge nella nota dei Comboniani a commento del comizio di Milano del leader della Lega, durante il quale ha invocato la Madonna per la vittoria alle elezioni europee di domenica prossima. «Portiamo nel cuore il Vangelo che si fa strada con le Afriche della storia – prosegue la nota -. Che non scende a compromessi e strategie di marketing. Né elettorali né di svendita becera dei piccoli in nome del denaro».

«Ci rivolta dentro il richiamo ai papi del passato per farne strumento della strategia fascista dell’esclusione degli ultimi. Come la nave Sea Watch di queste ore». E ancora, «ci ripugna il richiamo alla vittoria elettorale in nome della madre di Gesù di Nazareth che cammina con gli “scarti” del mondo per innalzare gli umili. Sempre dalla parte dei perdenti della globalizzazione dei profitti. La carne di Cristo sulla terra».

Fonte: Corriere del Veneto

(Ph. Imagoeconomica)