Tav in Veneto, Ponti: «Toninelli pubblichi analisi costi-benefici»

«Il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli per due tra le principali analisi costi-benefici fatte finora (quella sul Terzo Valico e sull’alta velocità Brescia-Padova) sembra non voler tenere conto dell’abc dichiarando che l‘opera si farà prima ancora di pubblicare l’analisi». Lo ha dichiarato Marco Ponti, (in foto) il professore di economia dei trasporti che presiede il gruppo di valutazione economica del Ministero dei Trasporti, che ha recentemente prodotto risultati economici negativi per la Torino-Lione. Se ne è parlato oggi a Milano, presso la sede del comitato per la riapertura dei Navigli,  nel corso del dibattito sull’alta velocità organizzato da Europa Verde in vista delle elezioni europee del prossimo 26 maggio. Incontro che aveva al centro non solo la Torino-Lione ma anche l’alta velocità Brescia-Verona-Padova.

«L’analisi costi-benefici su quest’opera è pronta da diverso tempo ma non è stata ancora resa pubblica – ha aggiunto Ponti – , mentre sarebbe uno strumento utile, anche in forma non definitiva, su cui aprire un dibattito democratico, magari anche ricordando all’opinione pubblica che si tratta di un appalto assegnato, senza gara, in pieno periodo di Tangentopoli. E se, oltretutto, i risultati fossero negativi? In questo caso, poi, non ci sono vincoli internazionali come per la Tav, né finanziamenti europei. Ed esistono alternative tecniche rilevanti, come il raddoppio dei binari, che consentirebbero probabilmente una minore spesa a parità di risultati. L’unico “no” di Toninelli è stato finora quello alla Torino-Lione che però rappresenta un progetto a cui per ragioni politiche il M5S si è sempre opposto, il che – conclude Ponti – rischia di far apparire strumentale l’intera operazione di valutazione». (t.d.b.)

(ph. Imagoeconomica)