Venezia, Banksy espone a San Marco: cacciato dai vigili [VIDEO]

L’artista inglese Banksy, noto in tutto il mondo per i suoi murales che veicolano spesso messaggi contro la guerra o comunque di impatto sociale, in occasione della Biennale di Venezia ha deciso di esporre delle proprie installazioni. «Non so perché ma non mi hanno mai invitato» ha scritto l’artista su Instagram a proposito dell’esposizione internazionale. E così ha pensato di arrangiarsi installando da solo le sue opere a San Marco.

Ma qui è stato ripreso dai vigili che lo hanno cacciato perché in mancanza dell’autorizzazione. Più divertito che irritato l’artista inglese ha documentato tutta la vicenda, installazione e cacciata, in un video che sta facendo il giro del mondo. L’insieme dei quadri esposti si chiama “Venice in oil” e rappresenta le Grandi Navi in laguna, ma il video in sé sembra una performance, dato che è presente anche un signore che non si vede mai in faccia (scelta operata sempre dallo stesso Banksy, che ha sempre voluto essere un artista senza nome e senza volto). (t.d.b.)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

. Setting out my stall at the Venice Biennale. Despite being the largest and most prestigious art event in the world, for some reason I’ve never been invited.

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:

(ph. Instagram Banksy)