Verona, nomine e consulenze Agsm-Amia: indagati in procura

A Verona procede l’indagine su nomine e incarichi della multiutility Agsm. Come riporta Manuela Trevisani su L’Arena di oggi a pagina 14, sono infatti iniziate in procura le convocazioni degli indagati, i quali sottolineano come si tratti di un «atto dovuto». Lo scorso gennaio la Guardia di Finanza era stata nella sede di Agsm per acquisire materiale.

Il pm Maria Beatrice Zanotti intende stabilire se le modalità con cui sono avvenute le nomine siano regolari o se siano eventualmente compatibili con il reato ipotizzato, che è abuso d’ufficio. L’indagine, nata da un esposto dell’avvocato Luigi Bellazzi, ha nel mirino in particolare la nomina dell’ex dg di Agsm Daniela Ambrosi, per scelta di Maurizio Giletto, Francesca Vanzo e di Michele Croce, presidente fino allo scorso marzo. Sotto i riflettori della procura anche un incarico affidato all’avvocato Luigi Tirapelle e, per quanto riguarda Amia, una consulenza a Salvatore Simonetti. (t.d.b.) 

(ph. Tribunale di Verona)