Venezia, vendeva cialde di caffè. Ma erano dosi di cocaina

In un bazar di souvenir del Tronchetto, a Venezia, è scattato un blitz dopo che ai militari è arrivata la segnalazione della presenza sospetta nei dintorni del negozio di alcuni tossicodipendenti. Si è così scoperto che il commerciante vendeva cialde di caffè che in realtà contenevano dosi di cocaina.

Oltre alla droga, nel registratore di cassa sono stati rinvenuti quasi mille euro, cifra spropositata rispetto al volume registrato negli scontrini fino ad allora emessi e di cui nemmeno il titolare sapeva giustificare la provenienza. Durante la perquisizione trovato anche il classico “kit” dello spacciatore al dettaglio, telefoni cellulari dedicati ed una contabilità parallela in partita doppia con cifre, date e soprannomi. (a.mat.)

Fonte: Adnkronos

(ph: shutterstock)

Tags: ,