Europee, Confindustria Vicenza: «ora subito Tav e autonomia»

Il presidente di Confindustria Vicenza Luciano Vescovi (in foto) commenta in una nota i risultati delle elezioni europee, che vedono la Lega di Matteo Salvini al 34%, praticamente il doppio del’alleato di governo, il Movimento 5 Stelle, fermo al 17%. In pratica un ribaltone rispetto alle politiche del 2018. «Dopo mesi di teatrino e di sostanziale blocco istituzionale su tutto- afferma Vescovi – , in attesa di vedere le alleanze sul governo europeo, i risultati ci dicono che c’è stato un referendum sui 5 stelle più che su Salvini e il risultato finale è chiarissimo. A questo punto non ci sono più scuse, il governo verde-giallo deve immediatamente sbloccare la Tav Torino-Lione e Brescia-Padova e dare ai veneti l’autonomia che chiedono da 40 anni e dal 22 ottobre 2017.»

«E visto che la prossima decisiva scadenza che attende il nostro paese è la finanziaria – aggiunge Vescovi –  ci auguriamo che cambi radicalmente la politica economica del governo che da un anno è incentrata su un modello di crescita dei consumi anziché sugli investimenti. Alla nostra Assemblea Nazionale del 22 maggio avevamo risposto con freddezza al modello di sviluppo proposto fino ad oggi dal governo. Visti i risultati, cambino marcia e favoriscano le imprese e gli investimenti, smettendola con una politica economica che ci ha fatto tornare agli anni Ottanta. Se il loro riavvicinamento alle imprese prima delle elezioni era vero e non propagandistico – conclude il presidente di Confindustria Vicenza -, lo dimostrino immediatamente, con i fatti». (t.d.b.)

(ph. Facebook – Confindustria Vicenza)

Tags: ,