Nord Corea, Kim Jong Un fa giustiziare mediatore con Trump

Kim Jong Un, dittatore della Corea del Nord, secondo i media locali avrebbe fatto giustiziare l’inviato speciale negli Stati Uniti per i negoziati sul nucleare a seguito del fallito vertice di Hanoi con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. La notizia è stata riportata dal quotidiano sudcoreano Chosun Ilbo, che a sua volta cita una fonte nordcoreana secondo cui Kim Hyok Chol è stato giustiziato da un plotone di esecuzione all’aeroporto Mirim a Pyongyang, assieme a quattro funzionari del ministero degli Esteri, con l’accusa di spionaggio a favore degli Stati Uniti.

Kim Yong Chol, braccio destro di Kim e controparte del segretario di stato americano Mike Pompeo prima del
summit di Hanoi, sarebbe invece  stato inviato in un campo di rieducazione. Infine il giornale riporta che l’interprete di Kim Jong-Un in occasione del vertice Shin Hye-yong, è stata detenuta per aver danneggiato l’autorità del leader nordcoreano riferendo le sue dichiarazioni in maniera inesatta. (t.d.b.)

(Fonte: Adnkronos)

(ph. Flickr)

Tags: