2 giugno, Conte: «anche autonomia è valore costituzionale»

Il sindaco di Treviso Mario Conte nel suo discorso per la celebrazione della Festa della Repubblica di ieri ha parlato anche di autonomia regionale. «L’art. 5 – ha detto Conte parlando della Costituzione scritta e approvata dopo il referendum che sanciva la nascita della Repubblica italiana –  oltre all’unità e all’indivisibilità, afferma che la Repubblica, “riconosce e promuove le autonomie locali”».

«Al di là delle questioni di opportunità politica, la stessa Costituzione, che raccoglie le sensibilità e gli ideali dei Padri costituenti, offriva e offre ancora gli strumenti necessari per un’assunzione di responsabilità da parte di tutti e, nondimeno, dello Stato, che concedendo ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia alle regioni che le hanno richieste (anche con partecipatissime consultazioni popolari) potrebbe così risultare meno invasivo dove ci sono realtà ed esempi virtuosi e più presente dove le situazioni regionali e locali richiedono maggiore attenzione. Non lasciamo – ha concluso – che i valori espressi nella Carta Costituzionale diventino “lettera morta”». (t.d.b.)

(ph. Facebook – Mario Conte)

Tags: ,