Sblocca cantieri, M5S e Lega trovano accordo

Sul decreto legge Sblocca Cantieri il Movimento 5 Stelle e la Lega hanno trovato un accordo. Lo rendono noto fonti di governo. Dopo i richiami di ieri di Giuseppe Conte a Matteo Salvini e Luigi Di Maio in mattinata i due si sono sentiti telefonicamente. Sarebbe stato il leader M5S a prendere l’iniziativa e la chiamata sarebbe avvenuta in un clima «positivo».

Da domani lo Sblocca Cantieri approderà in Aula al Senato per essere votato. Secondo quanto apprende Adnkronos all’interno sarà inserito lo stop di due anni al codice appalti. Il testo prevederebbe la sospensione di alcune parti del codice stesso e la modifica di altre, tenendo conto dei lavori delle commissioni di merito.

I capigruppo al Senato di Lega e M5S, Massimiliano Romeo e Stefano Patuanelli, hanno dichiarato: «soddisfatti per l’accordo trovato sul decreto sblocca cantieri. Dopo esserci confrontati anche con i relatori, proporremo al Senato, tra le altre cose, quanto già concordato in sede di commissione, vale a dire un emendamento che prevede la sospensione di alcuni punti rilevanti del codice degli appalti per due anni, in attesa di una nuova definizione delle regole per liberare da inutile burocrazia le imprese. Al contempo sarà garantito il rispetto delle norme e del lavoro già fatto nelle commissioni parlamentari sull’argomento. In particolare saranno anche garantite le soglie già in vigore per i subappalti e salvaguardati gli obblighi di sicurezza per le imprese. Abbiamo svolto un normale lavoro parlamentare che porteremo come maggioranza in commissione e poi in Aula al Senato». (a.mat.)

Fonte: Adnkronos

(ph: imagoeconomica)