Lieto fine a Recoaro, nel laghetto tornano i cigni

Si conclude con il lieto fine la vicenda dei cigni di Recoaro Terme. Lo scorso 3 maggio il maschio era stato trovato morto, probabilmente ucciso, e la femmina si è lasciata morire di fame pochi giorni dopo, lasciando orfani i piccoli. Oggi l’azienda di acque minerali e bevande Recoaro, Gruppo Refresco, ha deciso di donare una nuova coppia di cigni reali al Comune, a conferma del forte legame con il territorio d’origine. Dopo l’accaduto, inoltre, è stata portata a termine la pulizia e la sistemazione del laghetto di Parco Fortuna, con l’installazione di un sistema di videosorveglianza, fioriere e aree verdi. Il sindaco Davide Branco, da sempre attento all’ambiente, ha presentato alla cittadinanza i nuovi cigni, affiancato dai volontari e i dipendenti comunali che hanno partecipato alla riqualificazione.

«Quella di oggi – ha dichiarato il primo cittadino – è una giornata importante: un mese fa morivano i cigni, simbolo stesso di Recoaro Terme, e nello stesso fine settimana alcune calamità hanno colpito il territorio provocando gravi danni idrogeologici, mettendo a rischio la stagione termale delle storiche Fonti Centrali; oggi, come una sorta di Araba Fenice, Recoaro rinasce nelle movenze di questi splendidi animali, le Fonti Centrali apriranno il 16 giugno e la strada interrotta da una frana imponente riapre». (r.a.)

(Ph. Comune di Recoaro terme)