Lavoro, Cgia: «1 milione di nuovi assunti, soprattutto al Sud»

Secondo la Cgia di Mestre le previsioni di assunzione programmate dagli imprenditori italiani, tra giugno e luglio comprendono quasi un milione di nuovi ingressi nel mercato del lavoro. Tra questi, due su tre (il 66%) troveranno lavoro in una piccola impresa con meno di 50 dipendenti, ma la curiosità più grande è che il maggior numero di neo assunti sarà al Sud, con 258200. Il 72,5% del totale dei lavoratori in entrata, sarà occupato nel settore dei servizi (677550 addetti), il 20% nell’industria (186580 unità) e, infine, il rimanente 7,5% nelle costruzioni (69890 lavoratori).

«Ancora una volta sono le piccole aziende a dare una risposta importante a chi aspira a trovare un posto di lavoro», commenta il coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia, Paolo Zabeo. «E nei prossimi mesi lo faranno soprattutto quelle presenti nel Mezzogiorno». In Calabria, ad esempio, l’85,1% dei nuovi ingressi sarà garantito da queste realtà produttive, in Puglia dal 77,6% e in Sicilia e in Campania dal 75,4%. Risultati straordinari che dimostrano
che anche nelle regioni maggiormente in difficoltà economica, la stragrande maggioranza dei piccoli imprenditori sono in grado di offrire una chance – conclude – soprattutto ai giovani». (t.d.b.)