Freccero: «sinistra prima era populista, ora sta con pensiero unico delle élites»

Il direttore di Rai2 Carlo Freccero in un’editoriale pubblicato sul Manifesto parla della sinistra di oggi, rapportata a quella del passato e alle prese con il cosiddetto populismo. «Prima il populismo di destra non c’era perché molte delle istanze del populismo di oggi erano a sinistra – scrive Freccero -. La grande frattura a sinistra inizia con la cosiddetta terza via e la resa completa dai progressisti nei confronti del neoliberismo».

«Da allora- aggiunge –  siamo immersi nel pensiero unico». Oggi secondo Freccero essere di sinistra significa «essere politicamente corretti. Accettare il pensiero unico in maniera acritica e credere, presuntuosamente che, in quanto detentrici del pensiero unico, le élites devono guidare un popolo ignorante e rozzo, irritante – conclude – per la sua mancanza di educazione». (t.d.b.)