Venezia, Toninelli: «Grandi Navi a Marghera? Rischio Seveso»

L’immagine evocata dal ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli è molto forte. In un’intervista pubblicata oggi sul Corriere del Veneto egli ha infatti parlato di «rischio Seveso» per quanto riguarda l’eventuale passaggio delle Grandi Navi a Marghera. Il riferimento è all’incidente del 1976 che provocò la fuoriuscita e la dispersione di una nube tossica di diossina. Toninelli ha confermato che venerdì sarà a Venezia, ma non incontrerà né il sindaco Luigi Brugnaro, né il presidente della Regione Veneto Luca Zaia.

Toninelli esclude anche l’ipotesi del passaggio delle Grandi Navi a Chioggia: «se ragionassimo sulle navi a Chioggia quella incompatibilità diventerebbe gigantesca e si dovrebbe spostare l’impianto Gpl». Tornando all’ipotesi Marghera e al canale Vittorio Emanuele II, caldeggiata da Brugnaro, il ministro spiega così la sua posizione:«è impattante sull’ambiente: fra canale dei Petroli e Vittorio Emanuele ci sono tra i 3 e i 5 milioni di metri cubi di fanghi da piazzare non si sa dove. E traslando l’incidente di due domeniche fa in canale della Giudecca all’interno del sito industriale io qualche “enorme preoccupazione” per l’incolumità pubblica ce l’ho. È una zona a rischio Seveso». (t.d.b.)