«Vicenza Pride, “processione di riparazione”: il vescovo tace»

L’associazione San Marco Evangelista, organizzatrice della “processione di riparazione” per il Vicenza Pride in programma sabato 15 giugno in centro città, lamenta il mancato sostegno al corteo da parte del vescovo Beniamino Pizziol. «Il silenzio del Vescovo di Vicenza non è una risposta chiara», scrivono in una nota gli organizzatori, che avevano già invitato monsignor Pizziol «a prendere le distanze dalle veglie di preghiera “anti-omofobia” organizzate nella Diocesi, il cui contenuto non è sembrato una semplice condanna della violenza, bensì un’esplicita approvazione del comportamento omosessuale e del movimento omosessualista».

Data la mancanza di risposta da parte della Curia vicentina rispetto alla processione per riparare al «pubblico scandalo» del Vicenza Pride, gli organizzatori ribadiscono «la propria adesione al Magistero costante della Chiesa, che ci trasmette la perenne Verità di Dio ed è superiore alle politiche momentanee dei Pastori, dolenti che il confronto e il dialogo invocati come strumenti di coesione non siano applicati ai cattolici».

(Ph. Associazione S. Marco evangelista)