Corruzione: arrestato Arata, ex consulente energia della Lega

All’alba di oggi sono stati arrestati Paolo Arata (in foto), ex deputato di Forza Italia ed ex consulente della Lega per l’energia, e il figlio Francesco. I due sono accusati di corruzione, autoriciclaggio e intestazione fittizia di beni. Secondo la Dda di Palermo, padre e figlio sarebbero soci occulti dell’imprenditore trapanese dell’eolico Vito Nicastri, che per gli inquirenti sarebbe vicino al boss latitante Matteo Messina Denaro, anche lui finito in carcere con il figlio Manlio Nicastri. La svolta giudiziaria è arrivata dopo le perquisizioni dello scorso 17 aprile, da cui sarebbero emersi riscontri alle ipotesi d’accusa. Alcune società che gestiscono impianti eolici sono state sequestrate.

Prosegue nel frattempo il filone di inchiesta della Procura di Roma che vede indagati Arata e l’ormai ex sottosegretario Armando Siri. L’indagine era stata avviata a Palermo ma poi trasferita, per la parte riguardante il politico, ai colleghi della Capitale. Secondo la Dda Siri sarebbe il destinatario di una tangente da 30 mila euro in cambio di un emendamento nell’ambito di un affare sull’eolico insieme con Nicastri. (r.a.)

Fonte: Adnkronos

(Ph. Imagoeconomica)