Inchiesta Fanpage, Morra (M5S): «grande integrità giornalistica»

«Parliamo tanto di corruzione in procedure pubbliche, ma poco di corruzione nei confronti di giornalisti per bloccare inchieste scomode». Nicola Morra, presidente della Commissione antimafia (in foto), commenta così su Facebook il caso sollevato da Fanpage sull’impresa di trattamento dei rifiuti di Este, il cui responsabile per le relazioni esterne avrebbe offerto 300mila euro ai cronisti per insabbiare l’inchiesta che stavano portando avanti.

«I giornalisti di Fanpage – aggiunge Morra – non solo hanno realizzato un reportage necessario, ma dimostrato e documentato la loro integrità morale. Certo che 300mila euro ad un giornale fanno comodo, ma Fanpage ha dimostrato che fa molto più comodo avere dignità e integrità per i propri lettori». (r.a.)

(Ph. Imagoeconomica)