Sindaco Este: «inchiesta Fanpage orchestrata da estrema sinistra»

«Fanpage a Este è stata chiamata da esponenti dell’estrema sinistra e dai suoi affiliati ben conosciuti in città, costruendo un castello di infrazioni che, per quanto mi è noto, sono del tutto inesistenti». Lo afferma Roberta Gallana (in foto), sindaco del Comune padovano socio al 51% della società Sesa, al centro dell’inchiesta. Il sindaco difende la società, che opera «nel pieno rispetto delle regole», sotto il controllo di società esterne, autorità ed enti pubblici. Per Gallana, quello di Fanpage è «giornalismo d’assalto che travisa la realtà senza riportare fedelmente quanto spiegato dall’amministrazione di Este e dalla società partecipata dal Comune».

Intervistata Nicola Cesaro sul Mattino di oggi, la prima cittadina spiega ancora di non aver risposto alle domande di Fanpage per «non essere strumentalizzata in argomenti che non nascevano da contestazioni oggettive e precise, ma da ipotesi, supposizioni e illazioni». Il Comune, conclude Gallana, «non è contrario a qualsiasi approfondimento che possa rassicurare i cittadini, purché svolto in modo sereno e con correttezza, secondo le regole, e non per soddisfare motivazioni ideologiche o con metodi di dubbia legittimità».

(Ph. Roberta Gallana / Facebook)