Caos procure, presidente Anm si dimette: «mia linea sempre corretta»

Il presidente dell’Associazione nazionale magistrati Pasquale Grasso (in foto) si è dimesso, dopo giorni burrascosi per l’indagine sulle cene tra politici e magistrati per le nomine, accuse reciproche tra correnti e proposte di riforma. «La mia linea è sempre stata corretta e coerente» aveva detto Grasso prima di dimettersi. «Vi rispetto più di quanto voi rispettiate me» ha aggiunto dopo le dimissioni.

La corrente Magistratura indipendente lascia la giunta dell’Associazione. Al suo posto entra Autonomia & Indipendenza. La vicepresidenza e la segreteria vanno invece a Unicost. Il nuovo presidente sarà Luca Poniz, il quale ha detto che intende porre fine alle porte girevoli tra politica e magistratura. «Il nuovo spaccato uscito dall’indagine dei colleghi di Perugia fa emergere oltre che comportamenti individuali, che saranno oggetto di accertamenti, una serie di altri comportamenti verosimilmente pregressi – ha spiegato alla trasmissione Agorà -. Ovvero, una certa attenzione da parte di alcuni colleghi a profili di carriera, come dire all’esigenza di appagare le ragioni di carriera piuttosto che quelle di servizio» (t.d.b.)

(Fonte: Adnkronos)