Lerner difende Soros: «diavolo in terra? Propaganda reazionaria»

L’attacco del Movimento 5 stelle a Radio Radicale, definita sabato scorso “Radio Soros” è «l’ultima mascalzonata della propaganda» che equipara il finanziere ungherese «al diavolo in terra». A sua difesa interviene Gad Lerner dalle colonne di Repubblica. Per il M5s, afferma Lerner, «scrivere Radio Soros dovrebbe essere di per sé considerato già un insulto». Questo perché «Soros è stato elevato a malvagio burattinaio della Grande Sostituzione etnica, cioè l’immigrazione pianificata attraverso cui, per saziare la propria avidità, la finanza mondialista starebbe abbattendo il costo della manodopera europea». Per il giornalista, «non c’è da stupirsi per questo allineamento del M5S alla campagna di Fratelli d’ Italia (“Soros usuraio”), della Lega di Salvini (“È in atto un tentativo di genocidio delle popolazioni che abitano l’Italia”, testuale), di CasaPound e compagnia bella. Da tempo il loro senatore Elio Lannutti invoca l’arresto immediato del “criminale Soros” qualora rimettesse piede in Italia; proponendo in sovrappiù “l’affondamento immediato delle navi delle Ong finanziate da Soros”».

«Neanche possono concepire – prosegue Lerner – che un ungherese scampato alla persecuzione razziale e al giogo del regime comunista, seduto su una montagna di denaro come tanti altri finanzieri statunitensi (vive a New York dal 1956), egli si sia preso il lusso di fare i conti con la propria biografia investendo in progetti umanitari una quota significativa dei suoi profitti. Certo non ha giovato alla popolarità di Soros la scelta di finanziare piani d’integrazione dei Rom nell’Europa centro-orientale» e in seguito «opere di sostegno dei migranti, attraverso le Ong che praticano il soccorso e l’accoglienza. Se un riccone sceglie di esporsi manifestando le sue idee liberal e persegue la visione di società aperta del suo maestro Karl Popper – secondo la mentalità reazionaria dei cospirazionisti – deve per forza esserci sotto qualcosa. Egli vorrebbe sembrare generoso, ma è un subdolo calcolatore. E chiunque lo appoggi, anch’egli lo farà solo per vil denaro».

Tags: