Arresto cardiaco per Camilleri: condizioni critiche ma stabili

Nella mattinata di ieri lo scrittore siciliano Andrea Camilleri, padre del personaggio del commissario Montalbano, è stato ricoverato in gravi condizioni a Roma. Lo scrittore 93enne è stato colpito da arresto cardiaco ed è stato rianimato.

«E’ arrivato con un arresto cardiocircolatorio – si legge nel primo bollettino medico emesso -. In pronto soccorso è stata praticata la rianimazione cardiorespiratoria che ha permesso il ripristino dell’attività cardiocircolatoria. Camilleri è in rianimazione con supporto respiratorio meccanico e supporto farmacologico. Sono in corso ulteriori accertamenti per proseguire l’iter diagnostico e terapeutico».

Come si legge nel bollettino medico reso pubblico alle 12 di oggi «le condizioni cliniche dello scrittore Andrea Camilleri sono stazionarie ma permangono critiche. Il paziente è sempre ricoverato presso il Centro di Rianimazione dell’Ospedale Santo Spirito con supporto respiratorio meccanico e farmacologico al circolo, sedazione farmacologica di protezione e monitoraggio dei parametri emodinamici. Sono in corso ulteriori accertamenti diagnostico-strumentali per guidare le scelte terapeutiche. I tempi di assistenza rianimatoria possono essere prolungati in questo tipo di patologia e il decorso clinico è condizionato dai parametri clinici e strumentali in continua rilevazione. La prognosi rimane riservata». (a.mat.)

(Fonte: Adkronos)

(ph. Flickr)

Tags: