Fondazione Roi, Regione Veneto: «sì a causa a Zonin ed ex cda»

La Regione Veneto ha dato il via libera all’azione di responsabilità che la Fondazione Roi intende avviare nei confronti degli ex amministratori in carica tra il 2009 e il 2015, periodo in cui il cda scelse di investire in titoli della BpVi, con un danno calcolato in oltre 23,5 milioni di euro. Come riporta il Giornale di Vicenza di oggi, la deliberazione approvata ieri «autorizza l’esercizio dell’azione di responsabilità da parte degli amministratori in carica nei confronti dei precedenti amministratori, sindaci e revisori».

Un ok che arriva alla luce delle «ingenti perdite registrate dal patrimonio mobiliare della Fondazione» diretta dalla storica dell’arte Paola Marini, «in considerazione di investimenti, deliberati o comunque operati nelle precedenti gestioni, in azioni della Banca popolare di Vicenza».

(Ph. Imagoeconomica)