Venezia, maxi-multe per chi gira in costume

Una sanzione di 350 euro, oltre a 100 euro aggiuntivi per l’ordine di allontanamento, per chi partecipa a tour alcolici, compromettendo l’accessibilità e la fruibilità dei luoghi, «minando le condizioni di sicurezza urbana». Ammonta invece a 250 euro la multa per chi passeggia per la città o nei mezzi pubblici a torso nudo. È quanto prevede la delibera approvata dalla Giunta comunale di Venezia, su proposta del sindaco Luigi Brugnaro e dell’assessore alla Sicurezza urbana Giorgio D’Este, che definisce l’importo delle sanzioni per i trasgressori del nuovo “Regolamento di Polizia e Sicurezza urbana”.

Il Comune sanzionerà con 250 euro, oltre a 100 euro per il Daspo urbano, chi circola con carretti a mano per il trasporto di cose non a norma; con 350 euro, più altri 100 aggiuntivi per l’ordine di allontanamento, chi svolge attività artistiche allo scopo di raccogliere denaro; con 350 euro chi sporca in qualsiasi modo i luoghi pubblici; con 200 euro i proprietari di immobili che non mantengono ordinati e puliti i giardini e le aree verdi. «Questa Giunta – commenta l’assessore D’Este – ha deciso di proseguire nel proprio impegno a salvaguardia e tutela della “sicurezza urbana”, contrastando gli episodi di inciviltà e maleducazione”. (r.a.)