«Autonomia, finalmente è arrivata: grazie Lega, M5S e onorevoli veneti»

Pubblichiamo la nota di Roberto Agirmo, vicepresidente del movimento Patto per l’Autonomia – Veneto

Grazie Salvini, grazie Zaia, grazie 5 Stelle, grazie parlamentari veneti! Siamo oggettivamente emozionati nell’accogliere con gioia la tanto agognata autonomia del Veneto. Dopo il referendum del 22 ottobre 2017, ovvero ad un anno, otto mesi e due giorni da quella data, dopo le resistenze del governo Renzi e dopo i primi tentennamenti del governo gialloverde, finalmente l’autonomia del Veneto è arrivata!

In tutto il Veneto nelle piazze di città e paesi, si stanno preparando feste spontanee, il Prosecco ed il Tiramisù, altre grandi battaglie del Governatore Luca Zaia, la fanno da padrone! Il 98,1 % dei veneti che ha votato sì al referendum, grazie alle alzate di scudi ed al perseverare del Governatore, sempre al grido di «pancia a terra, questa è la madre di tutte le battaglie», domani vedrà compiersi la conclamazione di quanto richiesto attraverso la massima espressione di democrazia diretta.

Patto per l’Autonomia Veneto vuole ringraziare la Lega (ex nord) ed il suo “Capitano”, quel Matteo Salvini che si è battuto come un leone, alzando un fuoco di sbarramento contro tutto e tutti, pur di portare a casa il risultato. La sua forza comunicativa ed il forte consenso che lo circonda, specialmente in Veneto, ha convinto tutti a far rispettare il referendum votato in Veneto e Lombardia da oltre 5 milioni di cittadini! Grazie a questo movimento politico nato per difendere gli interessi del “Nord”, domani vedremo trionfare la democrazia; non poteva essere altrimenti… ogni promessa (elettorale) del Capitano, si trasforma sempre in realtà!

Vogliamo però porgere un forte ringraziamento anche al movimento politico dei 5 Stelle. La loro coerenza è encomiabile! Avevano come asse portante del loro programma la democrazia diretta e attraverso loro finalmente il popolo è tornato ad essere centrale nella vita del Paese, le decisioni vengono quindi prese collegialmente attraverso lo strumento dei referendum! Con questo governo, si è dimostrato che “il potere è del popolo”.

Non possiamo però esimerci dal ringraziare tutti i parlamentari veneti di ogni schieramento politico, che indipendentemente dalle loro bandiere di partito hanno fatto quadrato in Parlamento sfidando tutto e tutti, e fuori da ogni convenienza personale di “carega” si sono spesi al fine di vedere decollare questo progetto che da oggi vedrà finalmente il Veneto nella possibilità di gestire come promesso in campagna referendaria da Luca Zaia i 9/10 del gettito fiscale e tutte le 23 competenze.

Quando prima delle elezioni europee Matteo Salvini aveva dichiarato in un’intervista «entro il 21 giugno il Veneto avrà l’autonomia», onestamente non ci avevamo creduto. Ci sbagliavamo! Che dire, grazie, grazie, grazie!