Padova, morì dopo rifiuto chemio. La madre: «rifarei tutto»

I giudici di appello del tribunale di Padova hanno deciso di condannare a 2 anni Lino e Rita Bottaro,  (la pena è però è stata sospesa) genitori di Eleonora, che morì di leucemia nel 2016, dopo aver rifiutato di sottoporsi a chemioterapia.

La ragazza, all’epoca minorenne, si curò con il metodo Hamer a base di vitamine e cortisone. Secondo il
pubblico ministero Valeria Sanzari, che ha indagato la madre e il padre di Eleonora per «omicidio colposo aggravato dalla prevedibilità dell’evento», la ragazza non ebbe mai modo di costruire una propria libertà di scelta delle cure, in quanto sarebbe stata plagiata dai genitori.

La madre, dopo la lettura della sentenza, ha dichiarato: «credo nella giustizia divina, non ho sbagliato nulla, rifarei tutto quello che ho fatto, solo Dio sa quanto ha sofferto mia figlia. Sono profondamente convinta che tutto ha un senso, nulla avviene per caso, e io sono a disposizione della giustizia divina». (a.mat.)

(Fonte: Adnkronos)