Vaccini: Grillo agli infermieri, ‘voi baluardo contro chi attacca scienza’

Roma, 21 giu. (AdnKronos Salute) – Gli infermieri “rappresentato uno degli assi portanti del nostro Ssn. Nel vostro codice deontologico c’è un articolo sull’uso dei social in modo etico che mi ha colpito molto. Sul tema della comunicazione della scienza ci sono gravi problemi in questa fare storica, come ad esempio sui vaccini, c’è diffidenza diffusa e dirompente nei confronti del metodo scientifico. Le persone non sanno che ci sono ricercatori che spendono una vita per dimostrare una tesi. E poi c’è chi in poco tempo con la propria opinione pensa di smontare tutto. Voi siete a contatto molto stretto con i pazienti e i parenti e potete fare tanto per fare buona informazione”. Lo ha affermato il ministro della Salute Giulia Grillo, nel suo intervento, oggi a Roma, alla presentazione del nuovo codice deontologico della Fnopi, la Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche.
Il ministro ha raccontato alla platea i continui insulti che riceve sui social, gli ultimi sulla questione delle sperimentazioni scientifiche sui macachi. “Si deve prendere con molta serietà il discorso della comunicazione, io anche ne sono vittima. A me accade sulle vaccinazioni. Dire che si vuole usare un metodo meno coercitivo non vuole dire che i vaccini non vanno fatti o fanno male: non dirò neanche morta che i vaccini fanno male – ha rimarcato il ministro – Tutto quello che ci circonda è nato grazie alla scienza. E’ assurdo pensare continuamente a complotti, non si può dire che vengono fatti esperimenti perché qualcuno ci guadagna”.