Caso compost, sindaco Este: «analisi Arpav smentisce Fanpage»

Il sindaco di Este (Padova) torna sulla questione Sesa e del compost scaricato nelle campagne della Bassa Padovana, caso emerso dopo l’inchiesta del quotidiano online “Fanpage” in cui si parlava di sostanze inquinanti e di soldi offerti dall’azienda per “tenere a bada” i giornalisti. In un lungo post su Facebook la Gallana rende noti i dati di Arpav sulle analisi effettuate nei campi dove sarebbe stato sversato il compost.

Nei giorni scorsi aveva già messo in discussione, sempre su Facebook, l’inchiesta di “Fanpage“, affermando che avrebbe preso provvedimenti se le analisi avessero confermato la presenza di sostanze inquinanti. «Il 18 giugno 2019 la dottoressa Pizzo presidente del Consiglio di Bacino Padova Sud e vicesindaco di Piove di Sacco ha trasmesso una nota con la quale ha informato i sindaci circa le analisi eseguite dall’Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto sul compost prodotto nell’impianto di Sesa “a seguito delle verifiche analitiche eseguite sui rifiuti in ingresso e sul compost prodotto dall’impianto in questione” dall’anno 2010 all’anno 2019 – scrive la Gallana -.L’analisi di Arpav, per quanto riguarda Sesa, afferma che “le stesse analisi effettuate dal laboratorio incaricato da Fanpage e mostrate nel filmato confermano la piena conformità del compost ai limiti previsti dalla normativa in materia di fertilizzanti. I risultati analitici riportati evidenziano dei valori al di sotto del limite normativo previsto per gli ammendanti”. Si conclude che “le analisi effettuate da Arpav, ma anche quelle effettuate da “Fanpage” evidenziano come il compost risulti conforme alla norma di riferimento in materia di fertilizzanti. In virtù di tale documentazione oggettiva, effettuata da laboratori specializzati pubblici verso i quali ripongo la massima fiducia, posso ancora una volta rassicurare i miei concittadini che non solo non vi è alcuna evidenza di pericoli per la salute pubblica – aggiunge il sindaco – ma anche che persino le analisi effettuate dal laboratorio incaricato da Fanpage non dimostrano alcuna violazione della normativa vigente».

«Secondo quanto riferitomi dal consiglio di amministrazione di Sesa, – spiega ancora la Gallana – sinora “Fanpage” non ha trasmesso la versione integrale delle analisi a Sesa, che pure ne ha fatto formale richiesta. Sarebbe invece opportuno, se davvero si volesse svolgere un confronto oggettivo e nell’interesse generale, che “Fanpage” esponesse come e dove e a quale profondità il campione è stato prelevato e qual è stata la catena di custodia del campione prelevato e comunicasse i risultati completi forniti dal laboratorio, non accreditato, cui si è rivolta visto che, proprio sulla base di tali analisi, si è alimentata nei cittadini una preoccupazione che, da quanto emerge dal report dell’Arpav, non aveva alcun fondamento. ho richiesto formalmente a Sesa che, oltre a tutte le analisi puntualmente eseguite dagli enti preposti, – conclude il sindaco di Este – vengano compiute ulteriori analisi indipendenti a campione e a sorpresa, a carico di Sesa ma su mia indicazione, coinvolgendo laboratori e professionisti di indubbia autorevolezza a livello nazionale». (t.d.b.)

(ph. Fanpage)