M5S, Nugnes lascia: «troppo potere a Di Maio»

La senatrice del Movimento 5 Stelle Paola Nugnes ha annunciato in un’intervista al “Manifesto” la sua intenzione di lasciare il Movimento stesso, in aperta polemica con il suo leader Luigi Di Maio. «Qualsiasi critica costruttiva è diventata impossibile – ha affermato -. Ogni aspetto della vita del Movimento, dentro e fuori dal Parlamento, è sottoposto alla volontà del capo politico e per questo, dopo più di dieci anni, lascio i 5 Stelle. Tutti i problemi derivano dalla torsione imposta nel 2017, con la delega in bianco al capo politico. Inclusa la perdita di 6 milioni di voti nell’abbraccio con la Lega».

La Nunges però non si dimette da parlamentare ed entrerà nel gruppo Misto. «È giusto rimanere a lottare anche per bloccare le ipotesi di riforma dello stesso Parlamento – spiega -. Riduzione nel numero degli eletti e del loro stipendio, a fronte di nessuna modifica per i ministeri significa rafforzare l’esecutivo a scapito del legislativo e della rappresentanza popolare. È una svolta autoritaria, funzionale anche a certe politiche che pure abbiamo sempre avversato, – conclude Nugnes – come sacrificare l’ambiente per progetti come il Tap». (t.d.b.)

(Ph. Imagoeconomica)