Migranti, Salvini a vescovo Torino: «dia soldi a 43 italiani»

Il monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo del capoluogo piemontese, oggi si è dichiarato «disponibile ad accogliere senza oneri per lo Stato questi fratelli e sorelle al più presto, se questo può servire a risolvere il problema» della Sea Watch, ancora al largo di Lampedusa con i migranti.

Matteo Salvini risponde su Facebook: «caro Vescovo, penso che Lei potrà destinare i soldi della Diocesi per aiutare 43 Italiani in difficoltà. Per chi non rispetta la legge i nostri porti sono chiusi». (a.mat.)

(ph: imagoeconomica)