Parco Nazionale Dolomiti, finalmente la svolta

Dopo quasi quattro anni senza presidente e tre mesi senza il consiglio direttivo, il Parco Nazionale delle Dolomiti bellunesi ha un nuovo direttivo. Nella prima assemblea della Comunità del Parco, il commissario straordinario Ennio Vigne, sindaco di Santa Giustina è stato presentando il nuovo presidente. I quattro componenti del futuro consiglio direttivo spettanti agli organismi locali sono: Alessandro Maguolo, proposto dall’Unione montana agordina, il sindaco di Val di Zoldo Camillo De Pellegrin per l’Unione montana Longaronese – Zoldo, il primo cittadino di Sedico Stefano Deon per l’Unione montana Valbelluna e Giampietro Frescura (vicesindaco di San Gregorio nelle Alpi) per il Feltrino.

Come riporta il Corriere del Veneto – edizione Treviso e Belluno di oggi, mentre si attendono le nomine degli altri organismi coinvolti, il Parco ha ottenuto un finanziamento di 3 milioni e 200mila euro dal Ministero dell’Ambiente per interventi di contenimento del rischio idrogeologico, la riqualificazione energetica di edifici pubblici nel territorio del Parco, per la mobilità sostenibile e la gestione forestale sostenibile.

(Ph. Shutterstock)