Pfas, monitoraggio fiumi: brutte notizie da Ispra

L’Ispra, a seguito del monitoraggio dei Pfas nel 2019, ha modificato lo stato della qualità dell’acqua di molti fiumi in senso negativo. E’ quanto emerso dall’audizione di oggi sul tema della contaminazione ambientale da sostanze perfluoroalchiliche.

I dati sono contenuti nel rapporto “Indirizzi per la progettazione delle reti di monitoraggio delle sostanze perfluoroalchiliche (Pfas) nei corpi idrici superficiali e sotterranei”, liberamente accessibile on line sul sito dell’Ispra. Si tratta un’indagine preliminare a livello nazionale che permetterà alle Regioni la programmazione del monitoraggio dei Pfas secondo la direttiva quadro Acque. (a.mat.)

Fonte: Adnkronos

(ph: shutterstock)

Tags: