Salute: esperti Gb, 8 momenti a rischio igiene in casa

Roma, 25 giu. (AdnKronos Salute) – Batteri, funghi, tossine e microrganismi si nascondo molto spesso in casa e in bella vista. Secondo un report della Royal Society of Public Health britannica, però, c’è molta differenza tra sporco, germi, pulizia e igiene. E le persone ancora oggi, al sicuro nella propria casa, potrebbero sottovalutare l’importanza di 8 momenti a rischio igiene, collegati a punti specifici dell’abitazione come bagno e cucina. Eccoli: preparare e maneggiare il cibo; mangiare con le mani; il momento successivo all’uso del bagno; tossire, starnutire e soffiarsi il naso; maneggiare e pulire abiti e stracci sporchi; prendersi cura degli animali domestici; raccogliere e gettare la spazzatura; prendersi cura di un familiare con un’infezione.
L’igiene delle mani è fondamentale dopo aver toccato il cibo, aver usato la toilette, tossito, toccato gli animali e assistito un malato, sottolineano gli esperti. Ecco perché la pulizia delle superfici della cucina non va mai trascurata, mentre un po’ a sorpresa il pavimento può sembrare sporco ma in genere è ‘abitato’ da microbi che non rappresentano un grosso rischio per la salute.
“Le persone dovrebbero avere ben presente la differenza tra igiene e pulizia”, sottolinea sulla Bbc online Sally Bloomfield della London School of Hygiene and Tropical Medicine. “Se la pulizia equivale a togliere sporco e microbi, l’igiene significa pulire i luoghi e i momenti che contano nel modo più corretto, per interrompere la catena di infezioni mentre si cucina, si usa il bagno o si curano gli animali”. Momenti a rischio per la salute ancora troppo spesso sottovalutati, concludono gli esperti.

Tags: , ,