Autonomia spacca governo, tutto rimandato a mercoledì prossimo

Il vertice di tre ore di ieri sera a Palazzo Chigi sull’autonomia si conclude con un nulla di fatto. Il testo non approderà domani in consiglio dei ministri. Il premier Giuseppe Conte e i due vice, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, si riaggiorneranno in una nuova riunione sul tema mercoledì della prossima settimana.

La Lega ha ribadito: «nemmeno un centesimo in meno alle regioni del Sud ma meno burocrazia, più efficienza. Dobbiamo superare la resistenza di qualche burocrate di stato». Poi ha attaccato il Movimento 5 Stelle: «sull’autonomia fanno muro e si nascondono dietro ai burocrati. Ennesima riunione a vuoto. Chiedono tempo e chiedono un incontro il prossimo mercoledì. Nessun nodo risolto, bloccano qualsiasi iniziativa».

Dal Movimento rassicurano: «l’autonomia è nel contratto e si farà. Le riunioni servono per far condividere le cose. Quando si governa in due le cose si fanno in due. Quindi nessun blocco». (a.mat.)

Fonte: Adnkronos

(ph: imagoeconomica)