Tav, Bono (M5S Piemonte): «si può fare, ma no tunnel»

Tav no, sì, “nì”. Se fino a poco tempo fa il Movimento 5 Stelle si è sempre opposto in maniera categorica all’alta velocità Torino-Lione, negli ultimi giorni si sono aperti spiragli per il completamento del corridoio transeuropeo Ten-T tra Francia e Italia. Sulla questione è intervenuto anche Davide Bono, esponente storico del M5S e consigliere in Regione Piemonte (in foto con il sindaco di Torino, Chiara Appendino), da sempre in prima linea accanto ai No Tav della Val di Susa.

Intervistato da Stefano Rizzi su Lo Spiffero.com, Bono si dice «convinto che si andrà verso una ridiscussione integrale dell’opera». E precisa: «si possono fare tante proposte, basta che non ci sia il tunnel di base: ha un costo notevole e un impatto ambientale importante. E poi quello rimane uno dei nostri valori fondanti, il No è a un tunnel. Non farlo sarebbe un buon risultato. Costruire una seconda galleria al Frejus e migliorare la tratta esistente sarebbe un risultato per tutti. E sarebbe anche un modo per uscire dall’impasse».

(Ph. Davide Bono / Facebook)