Salute: Alessandro Marchello vince concorso letterario #afiancodelcoraggio

Roma, 27 giu. (AdnKronos Salute) – Si è svolta ieri a Palazzo Venezia, a Roma, la cerimonia di premiazione della terza edizione del concorso letterario promosso da Roche: #afiancodelcoraggio. Un progetto volto a raccogliere storie di vita realmente accadute raccontate da mariti, figli, fratelli, compagni di scuola, amici che abbiano vissuto accanto ad una persona con emofilia. Il premio è finalizzato a far conoscere bisogni e desideri delle persone con emofilia e dare sostegno e valore a chi vive al loro fianco. Il vincitore dell’edizione 2019 è Alessandro Marchello, autore del racconto ‘Guardami! Sto volando!’, dal quale sarà tratto uno spot di sensibilizzazione sociale, realizzato con Medusa, che sarà proiettato nelle sale cinematografiche italiane nell’autunno 2019.
Per il terzo anno consecutivo, l’iniziativa ha ricevuto per il suo valore la Medaglia del Presidente della Repubblica. Quest’anno Roche ha voluto dare voce alle esperienze e alle storie di chi quotidianamente ha a che fare con l’emofilia, grave disturbo emorragico ereditario (generalmente trasmesso dalla madre ai figli maschi), caratterizzato da un’alterazione del processo della coagulazione del sangue. In Italia, oggi, sono circa 5000 le persone che convivono con l’emofilia, diagnosticata nella maggior parte dei casi in età precoce, e il tipo più grave, emofilia A, colpisce circa 320.000 persone in tutto il mondo.
Al bando per il concorso hanno partecipato 21 storie, 10 di queste sono state selezionate con il meccanismo dei like sul sito dell’iniziativa. Tra le 10 storie più votate, la giuria tecnica – composta da Gianni Letta (presidente), Marco Belardi, Angela Coarelli, Marco Costa, Giovanni Parapini, Daniele Preti, Carlo Rossella, Domenica Taruscio e Enrico Vanzina – ha selezionato le tre finaliste, ognuna delle quali ieri è stata presentata, interpretata e supporta da un testimonial: Fabio De Luigi, Lucrezia Lante della Rovere e Valentina Lodovini.
Padri, fratelli, amici, parenti, conoscenti hanno affidato alle parole le loro emozioni, condividendo storie i cui protagonisti sono minori con emofilia. I racconti proposti dagli autori, basati su esperienze reali, parlano di come viene affrontata e cosa comporta la malattia: storie come quella di Francesco, che si trasforma nella zanzarina papi quando effettua l’infusione al suo piccolo Simone, trasportandolo in un mondo di leoni magici e incanto fatato; o Antonio, che tramite una favola vera parla del suo piccolo principe di cristallo.
Racconti di chi ha imparato a combattere l’emofilia e a trovare un equilibrio per la felicità, proprio come ha fatto Alessandro Marchello, vincitore della terza edizione del premio con il suo racconto, che è stato interpretato durante la cerimonia di premiazione da Fabio De Luigi, e che racconta l’emofilia vista attraverso gli occhi di un gruppo di ragazzi che si allontanano dal porto sicuro della famiglia per vivere la spensieratezza e la gioia di una vacanza estiva e, con coraggio e forza, sperimentano l’auto-infusione.
Durante la serata è stato presentato anche #afiancodelcoraggio ‘Il Fumetto’, nato dai 21 racconti presentati al concorso che, con il coordinamento di Alessandro Baronciani, sono stati interpretati, disegnati e illustrati da fumettisti affermati e giovani promesse del panorama italiano, con lo scopo di parlare di un tema complesso come l’emofilia, attraverso il linguaggio semplice del fumetto, vicino al mondo dei ragazzi.