Vicenza, Rucco cambia la giunta

Il sindaco di Vicenza, Francesco Rucco, annuncia la riorganizzazione delle deleghe della giunta comunale. «L’ho deciso dopo una riflessione sullo stato di salute dei programmi con cui gli elettori ci hanno scelti e sono sicuro che la nostra bussola debba continuare ad essere il bisogno della città di imprimere un altro passo alle attività amministrative. Non si tratta di un rimpasto sotto le insegne dei partiti o delle liste per compensare pesi e ruoli – sottolinea Rucco – ma di applicare il filtro dei bisogni della città rispetto alle logiche spesso pericolose della lotta politico-partitica».

«Con questo spirito e per dare il segnale che non ci sono privilegi o zone franche, abbiamo rimesso in discussione la squadra a partire dalla mia stessa lista civica. Ringrazio Isabella Dotto e Lucio Zoppello per l’impegno profuso in questo primo anno di mandato, ma c’è un’oggettiva necessità di rafforzamento e di nuove energie in alcuni settori per procedere con il nostro progetto per Vicenza. Abbiamo scelto i nuovi innesti, con Simona Siotto e Marco Lunardi, consiglieri comunali che hanno dimostrato in aula e fuori dall’aula doti di competenza, equilibrio e lealtà al progetto di rilancio della città di Vicenza», conclude il primo cittadino.

Via quindi Isabella Dotto di Fratelli d’Italia dall’assessorato alla Trasparenza e al Patrimonio. Sarà sostituita da Silvia Maino, in quota Lega. Il vicesindaco Matteo Tosetto (Forza Italia) si scambia con la Maino aggiudicandosi il sociale.
Via Lucio Zoppello della lista civica di Rucco dall’assessorato all’Urbanistica, all’Ambiente che verrà sostituito dal consigliere Marco Lunardi.
Dentro Simona Siotto che si aggiudica il referato alla Cultura e al Bilancio ma dovrà lasciare il consiglio comunale da capogruppo con delega all’Unesco. La delega dei lavori pubblici, prima di Claudio Cicero, è passata a Matteo Celebron.