Ponte Morandi, il giorno della demolizione [VIDEO]

A quasi un anno di distanza dal tragico crollo del Ponte Morandi a Genova, che ha provocato 43 vittime lo scorso 14 agosto, oggi sono state demolite tramite esplosione controllata le pile 10 e 11. La demolizione inizialmente prevista per le 9 è stata rinviata alle 9:40 per ritardi sull’evacuazione. Si pensava infatti ci fosse un’anziana in casa, ma l’edificio era vuoto. Nella zona inoltre sono stati trovati due extracomunitari non informati delle demolizioni che sono stati accompagnati via.

«Un’operazione che non ha eguali – ha commentato il sindaco di Genova Marco Bucci -. Tutto come da programma, in linea con il piano».  «Sulla costruzione del nuovo Ponte ho piena fiducia» ha commentato il ministro dell’Interno Matteo Salvini. «A livello sanitario solo due persone hanno avuto bisogno di assistenza – spiega la Regione Liguria su Twitter – : una bambina di 12 anni che ha avuto un malore ed è stata portata al Gaslini e un adulto che aveva dimenticato i farmaci in casa ed è stato portato al Villa Scassi. L’eventuale presenza di amianto si misurerà nel laboratorio centrale Arpal. Indicativamente ci vorranno 4 ore per avere i primi valori. Stasera seconda lettura. L’attenzione sarà molto alta, nel rispetto di una popolazione che ha già sofferto molto. ella prossima ora un pool di ingegneri provvederà alle verifiche strutturali in loco per poi dare il via libera alle differenti squadre di tecnici – conclude il post della Regione – che effettueranno tutti i controlli per il ripristino della normalità». (t.d.b.)

(Fonte: Adnkronos)

(ph. Imagoeconomica)