Nube tossica: Brendola torna alla normalità

Brendola foto vvf

Aggiornamento ore 17:00: il comunicato dell’Ulss 8 con gli ultimi risultati delle analisi Arpav.

Aggiornamento ore 15:00: spunta un video choc del fiume a Vo’ di Brendola dove si vedono dei pesci morti.

Aggiornamento ore 12:30: a circa 24 ore dall’incendio scoppiato ieri presso la ditta di vernici nella zona industriale di Brendola, l’Ulss 8 comunica le seguenti disposizioni ai fini della tutela della salute pubblica. Per quanto riguarda il Comune di Brendola l’evacuazione delle abitazioni nel raggio di 500-600 metri dall’incidente non si considera più necessaria a partire dalle ore 12.00 del 2/7/2019. Non ci sono controindicazioni alla ripresa delle attività produttive, salvo casi specifici già individuati e presi in carico. In via precauzionale, in attesa di ulteriori accertamenti rimane confermato, per la suddetta zona, il divieto di consumo di frutta e ortaggi prelevati in loco ed il divieto di permanenza protratta in ambiente esterno. Per quanto riguarda invece i Comuni limitrofi le misure precauzionali adottate nell’emergenza (evitare attività all’aperto e chiudere porte e finestre) non sono più necessarie. Non ci sono limitazioni nell’utilizzo dell’aria condizionata. In mattinata sono stati effettuati ulteriori campionamenti da parte di ARPAV e dalla Azienda ULSS 8 Berica, i cui risultati saranno noti nelle prossime ore. Seguiranno ulteriori aggiornamenti.

Ore 9: La nota diffusa dal Comune di Vicenza

Incendio nella ditta di vernici di Brendola: secondo le ultime indicazioni fornite da Arpav, per quanto riguarda il territorio del Comune di Vicenza non è più in vigore il suggerimento prudenziale di chiudere le finestre e non sostare all’aperto.

TUTTA LA CRONACA DI IERI