Anziano positivo ad alcoltest due volte nello stesso giorno

Un settantenne è stato fermato per ben due volte nella stessa giornata mentre guidava in un grave stato di ebbrezza alcolica, a Treviso. Il primo episodio è avvenuto nella mattinata di giovedì verso le 10 lungo la tangenziale, in direzione Paese. Una delle pattuglie operanti sul territorio, mentre era intenta ad effettuare i quotidiani controlli stradali, ha notato in lontananza una Mercedes che procedeva con andatura lenta e incerta, decidendo di bloccarla. Al volante del mezzo c’era un anziano trevigiano che ha confessato di essere reduce da un giro al bar, con assunzione di cinque bicchieri di vino. L’etilometro non ha fatto altro che confermare il tasso alcolemico di tre volte superiore al limite di legge. Inoltre, il settantenne circolava con la patente ritirata per una violazione che aveva commesso già qualche mese fa.

Per lui è scattata la denuncia penale alla Procura della Repubblica ed il sequestro immediato del veicolo che sarà definitivamente confiscato in quanto a bordo vi era pure la moglie 65enne, proprietaria del mezzo e consapevole pertanto delle violazioni che il marito stava commettendo. Il secondo episodio è avvenuto nel pomeriggio dello stesso giorno, alle 17 nel quartiere San Giuseppe. Stavolta l’uomo era da solo alla guida di una Fiat Punto, sempre di proprietà della moglie. Per lui è scattata una seconda denuncia sia per guida in stato di ebbrezza, avendo lo stesso un tasso alcolico superiore di quattro volte al limite di legge, che per guida con patente ritirata. L’auto invece è stata riconsegnata alla moglie che stavolta non aveva alcuna responsabilità. «Alla famiglia abbiamo raccomandato di vigilare seriamente sulle condotte dell’anziano che, oltre alle varie sanzioni amministrative e penali cui dovrà rispondere, costituisce un vero pericolo per la circolazione a causa dell’abuso dell’alcol -, afferma in una nota il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo.  – Da parte nostra, intensificheremo i controlli presso la sua abitazione per accertarci che non si metta alla guida di nessun veicolo». La notizia può far sorridere, ma sappiamo purtroppo i pericoli della guida in stato di ebbrezza e le sue conseguenze, come ci ricorda l’episodio di qualche mese fa di Maostica. (t.d.b.)

Tags: ,