La pizza più “stupefacente” che abbiate mai mangiato

Una catena di ristoranti sudafricani dal nome piuttosto buffo, “Col’Cacchio”, ha deciso di lanciare sul mercato la pizza alla cannabis. Dopo il ghiacciolo, ora anche uno dei cibi più famosi del mondo viene associato a questa sostanza, anche se in realtà i semi di canapa erano conosciuti in cucina almeno dal tempo dei romani.

La pizza di Col’Cacchio è una ricetta classica, condita però con olio di cannabis. In Sudafrica il consumo per uso personale è stato liberalizzato. «Volevamo un po’ rinnovare il mondo della pizza e per questo abbiamo provato l’olio di cannabis – dicono al ristorante – dopo alcuni tentativi, abbiamo visto che è risultato gustoso. Inizialmente lo abbiamo proposto solo una volta la settimana ma la richiesta è così elevata che abbiamo deciso di inserirlo fisso nel nostro menù anche se l’olio di cannabis è costoso». Il titolare ha anche spiegato: «Siamo lieti di stare un passo avanti e siamo estremamente orgogliosi di essere il primo ristorante in Sudafrica che ha lanciato un cannabis pizza». I titolari ci tengono a precisare che la pizza alla cannabis non ha effetti psicotropi: per cui potete guidare, andare in ufficio e parlare con i vostri figli senza paura che vi leggano nel pensiero, dopo averla mangiata. In compenso, riduce l’ansia e lo stress. (t.d.b.)

ph. Facebook – Col’ Cacchio

Tags: