«Colline Prosecco patrimonio Unesco? Solo business»

La referente veneta dell’Associazione Guide Turistiche d’Italia Graziani: «per piantarlo negli anni si è distrutto il suolo. Per non parlare dei pesticidi utilizzati. Come può tutto questo diventare patrimonio dell’umanità»